“Io Ora Sono Consapevole”

cura del benessereQuanto più si diventa consapevole di sé tanto più si imparerà riguardo al proprio sé‘, questo è quanto afferma il noto psicoterapeuta tedesco Fritz Perls, una frase che ci riflettere sull’importanza della cura del benessere, del proprio benessere. Ci capita spesso di dire o sentire “io ora sono consapevole”. Perls (1997) ne fa un’analisi dettagliata, sottolineando l’importanza di ogni sua singola parola: la parola ‘ora’ ci trattiene nel presente e sottolinea il fatto che nessuna esperienza è possibile se non nel presente. L’ ‘io’ sviluppa il senso di responsabilità della persona nei confronti dei suoi sentimenti, pensieri e sintomi, il ‘sono’ è il suo simbolo esistenziale, fa capire che tutto ciò che sperimenta è parte del suo divenire. La parola ‘consapevole’ dà alla persona il senso delle proprie capacità e abilità, del suo apparato sensoriale, motorio e intellettuale… si riferisce all’esperienza vagliata. Senza la consapevolezza non esiste alcuna cognizione di scelta. La routine e le abitudini sono funzioni radicate e ogni bisogno di cambiarle richiede che vengano riportate alla consapevolezza. La sola idea di cambiarle presuppone la cura del benessere e la possibilità di modi alternativi di pensare e agire. Consapevolezza, contatto e presente sono semplicemente aspetti diversi di un unico processo: l’autorealizzazione. È qui e ora che diventiamo consapevoli di tutte le nostre scelte e il setting terapeutico è proprio il luogo sicuro dove le nuove scelte possono essere testate prima di essere sperimentate nel proprio ambiente quotidiano.

E tu di cosa sei consapevole?

2020-04-08T20:47:22+00:00

Leave A Comment