Crescere bambini “sicuri”

Autostima:

bambini sicuri di sé 

 

 


La prima cosa da conoscere bene è il vero concetto di autostima: l’autostima è semplicemente il giudizio che abbiamo di noi stessi o se vogliamo la risposta alla domanda: “Cosa penso di me?“. autostima e bambini

Dunque è la capacità di amare e rispettare se stessi. Tra i vari autori, Alice W. Pope 1992) sostiene che la stima di sé origini dal confronto tra l’immagine che ciascuno ha di se stesso e l’immagine di ciò che si vorrebbe essere. Se vuoi aiutare il tuo bambino ad aumentare la propria autostima, bisogna che inizi da te stessonon giudicarti poiché porta solo frustrazione, rende ancora più bassa la considerazione che hai di te, non confrontarti con gli altri e prova a riconoscere, invece, le tue capacità. In questo senso, tanto più l’immagine reale è lontana dall’immagine ideale tanto più ci sentiremo come persone di minor valore e proveremo insoddisfazione nei nostri confronti. È importante considerare l’autostima come una spia di allarme: quando è bassa ci avvisa che stiamo inseguendo desideri altrui trascurando quelli che sono i nostri bisogni reali. Più sarai in grado di accettare te stesso così come sei più sarai in grado di aiutare o meglio insegnare a tuo figlio a migliorare la sua autostima, ad accettare se stesso così com’è! è importante aiutare i bambini ad aumentare la propria autostima poiché è fondamentale per una crescita serena ed equilibrata. La mancanza di autostima porta spesso a difficoltà relazionali e affettive non indifferenti e a genera spesso comportamenti autodistruttivi. L’ingrediente principale per far sì che un bambino sviluppi una sana autostima è la convinzione che ci si possa fidare di se stessi, delle proprie capacità e delle proprie emozioni, per affrontare al meglio le relazioni e le situazioni che si presentano e presenteranno nel corso della vita.

Spesso si confonde l’autostima con l’autoefficacia ovvero con il saper fare bene: il bambino vive l’essere bravo, per esempio nel fare i compiti di matematica, come: “se sono bravo mamma e papà mi vogliono bene” di conseguenza “se non sono bravo mamma e papà non mi vogliono bene“, questo porta il bambino a pensare che non è degno di essere amato perché non è bravo, o perché non ubbidisce e fa i capricci… è importante riconoscere che questi sono solo comportamenti per cui il bambino deve sentirsi amato in quanto persona e non per quello che fa.

5 regole utili per imparare ad accettarsi:

Ogni giorno 

(per gli adulti)

  • impara a riconoscere e verbalizzare ciò che senti verso te stesso, poniti questa domanda: “cosa provo per me?
  • focalizza la tua attenzione su ciò che ti piace di te stesso e non su ciò che non ti piace
  • ripeti a te stesso cosa vuol dire autostima: amarsi e accettarsi 
  • prima di andare a dormire è utile sottolineare (magari scriverli nero su bianco) i successi che hai ottenuto durante la giornata

(per i più piccoli)

  • aiuta il tuo bambino a focalizzare la sua attenzione su ciò che gli piace di se stesso con Il Gioco del Sole
  • racconta al tuo bambino una favola/storia che insegni l’amore verso se stessi (es. Il Brutto Anatroccolo o storie inventate)
  • insegna al bambino a riconoscere ed esprimere le proprie emozioni attraverso il gioco (per es. ll Domino delle emozioni, Il Memory delle emozioni…)
  • prima di andare a dormire è utile sottolineare (magari scriverli nero su bianco) i successi che ha ottenuto durante la giornata
2020-04-08T20:50:14+00:00

Leave A Comment